giovedì 31 dicembre 2015

TEX ANNO PER ANNO

Diamo i Numeri 35 - Gli albi d'oro 1: TEX
di Saverio Ceri


Nei nostri resoconti annuali delle cifre bonelliane, citiamo spesso risultati del passato dei vari autori e dei vari personaggi della casa editrice di Via Buonarroti.Visto il buon risultato di pubblico di questi riassunti numerici pensiamo di far cosa gradita ai nostri lettori nel proporre gli "albi d'oro" delle varie collane bonelliane, ovvero la lista di tutti gli autori che anno dopo anno sono risultati essere i più pubblicati, e in un certo senso i più prolifici, sceneggiatori e disegnatori delle personaggi della Sergio Bonelli Editore. Ribadiamo, se ce ne fosse bisogno, che si tratta di graduatorie di quantità e non di qualità.


L'illustrazione di copertina del nuovo Tex Magazine che andrà a sostituire l'Almanacco del West (disegni di Claudio Villa)
Il compito di aprire questo saltuario appuntamento con gli albi d'oro non poteva che spettare a Tex, che non solo è l'eroe veterano dell'editore, nonché a tutt'oggi il più venduto, ma è anche stato protagonista di una storica collana quindicinale tra il 1952 e 1960 che portava proprio il nome di Albo d'Oro, riprendendolo dalla ancor più antica collana Albo d'Oro Audace del 1943, una delle prime testate dell'attuale Sergio Bonelli Editore che nel 2016 ha festeggiato il suo 75° compleanno; il primo numero dell'Audace edito dalla famiglia Bonelli reca infatti la data del 18 gennaio 1941.


Il primo mitico numero di Tex Albo d'Oro - disegno di Aurelio Galleppini
Qui sotto anno per anno trovate la quantità di tavole pubblicate di Tex, e chi sono stati, e con quante pagine, lo sceneggiatore e il disegnatore più pubblicati. I numeri decimali derivano dal fatto che per i primi due decenni le avventure del personaggio venivano editate a striscia, corrispondente a un terzo delle odierne tavole che sono l'unità di misura delle nostre graduatorie.


Anno
Tavole
Sceneggiatore
Tavole
Disegnatore
Tavole
1948
149,33
Bonelli G.L.
149,33
Galep
149,33
1949
533,33
Bonelli G.L.
533,33
Galep
533,33
1950
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
496
1951
544
Bonelli G.L.
544
Galep
480
1952
565,33
Bonelli G.L.
565,33
Galep
565,33
1953
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
437,33
1954
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
320
1955
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
490,67
1956
565,33
Bonelli G.L.
565,33
Galep
517,33
1957
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
448
1958
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
498,67
1959
565,33
Bonelli G.L.
565,33
Galep
397,33
1960
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
490,67
1961
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
504
1962
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
464
1963
554,67
Bonelli G.L.
554,67
Galep
506,67
1964
963
Bonelli G.L.
963
Galep
554,33
1965
1387
Bonelli G.L.
1387
Galep
783,67
1966
1387,3
Bonelli G.L.
1387,3
Galep
666,67
1967
613,67
Bonelli G.L.
613,67
Galep
293,33
1968
283,33
Bonelli G.L.
283,33
Galep
144
1969
1320
Bonelli G.L.
1320
Galep
526
1970
1320
Bonelli G.L.
1320
Letteri
590
1971
1320
Bonelli G.L.
1320
Galep
412
1972
1320
Bonelli G.L.
1320
Nicolò
511
1973
1320
Bonelli G.L.
1320
Letteri
320
1974
1320
Bonelli G.L.
1320
Nicolò
563
1975
1320
Bonelli G.L.
1320
Letteri
372
1976
1320
Bonelli G.L.
870
Nicolò
438
1977
1320
Bonelli G.L.
815
Fusco
358
1978
1320
Bonelli G.L.
1297
Letteri
330
1979
1320
Bonelli G.L.
745
Nicolò
457
1980
1320
Bonelli G.L.
989
Fusco
374
1981
1320
Nolitta
837
Ticci
330
1982
1320
Bonelli G.L.
943
Nicolò
393
1983
1320
Bonelli G.L.
762
Galep
422
1984
1320
Nizzi
500
Fusco
402
1985
1320
Nizzi
744
Letteri
335
1986
1320
Nizzi
1012
Civitelli
287
1987
1320
Nizzi
1052
Letteri
434
1988
1544
Nizzi
1544
Fusco
312
1989
1546
Nizzi
1389
Civitelli
369
1990
1544
Nizzi
1544
Ticci
374
1991
1882
Nizzi
1434
Letteri
448
1992
1544
Nizzi
1544
Fusco
353
1993
1544
Nizzi
958
Letteri
586
1994
1638
Nizzi
636
Marcello
330
1995
1633
Nizzi
1031
Letteri
366
1996
1862
Nizzi
1463
Marcello
317
1997
1995
Boselli
862
Marcello
492
1998
1638
Nizzi
921
Ortiz
330
1999
1915
Boselli
980
Marcello
508
2000
1995
Nizzi
1104
Repetto
345
2001
1970
Nizzi
1214
Ticci
330
Fusco
330
2002
2005
Nizzi
1565
Repetto
645
2003
1980
Nizzi
1768
Diso
334
2004
1984
Nizzi
994
Ortiz
330
Font
330
2005
1929
Nizzi
1434
Fusco
330
2006
1980
Nizzi
1540
Ortiz
330
2007
1980
Nizzi
1210
Diso
326
2008
1980
Boselli
990
Cossu
326
2009
1972
Boselli
664
Ortiz
318
2010
1980
Boselli
884
Font
330
2011
2340
Boselli
1150
Ginostatis
330
2012
2132
Faraci
868
Seijas
330
2013
2258
Boselli
1722
Fernandez
316
2014
2276
Boselli
1072
Diso
334
2015
2342
Boselli
848
Font
330
2016
2320
Faraci
714
Biglia
330

In graduatoria vengono segnalati, evidenziati in bianco i migliori risultati di tutti i tempi. Si scopre così che il 2015 è il più ricco di sempre per numero di tavole di Aquila della Notte pubblicate; che Claudio Nizzi detiene il record di sceneggiatore texiano più pubblicato in un solo anno solare con ben 1768 pagine firmate nel 2003, mentre tra i disegnatori è lo stesso Aurelio Galleppini, co-creatore del personaggio a conseguire lo stesso primato nel 1965, con 2351 strisce (corrispondenti alle nostre 783,67 tavole). 
Abbiamo usato un colore di fondo diverso per ogni autore per evidenziare meglio i vari periodi "creativi" del personaggio; specialmente tra gli sceneggiatori si vede bene come il timone della collana fosse saldamente in mano del suo creatore G.L. Bonelli fino al 1983, come sia poi passato, per circa un quarto di secolo, nelle affidabili e prolificissime mani di Claudio Nizzi che lo ha ceduto nel 2008 a quelle altrettanto sicure di Mauro Boselli. 


G.L. Bonelli (visto da Sergio Tarquinio)
Inevitabilmente meno lineare l'avvicendarsi sul gradino più alto del podio tra i disegnatori. Se fino agli anni sessanta un disegnatore, in questo caso Aurelio Galleppini, poteva benissimo reggere quasi completamente da solo una collana di successo come Tex, con il moltiplicarsi delle tavole inedite da pubblicare annualmente, urgeva mettere su una squadra di illustratori. I primi a dare il cambio in testa al gruppo degli illustratori sono stati Letteri, Nicolò, Fusco e Ticci, che per tre lustri  si sono avvicendati al comando; poi la squadra si è allargata fino a costituire il team odierno composto da talenti italiani e internazionali, quest'ultimi vincitori in ben dodici occasioni sulle ultime diciotto annate. 
Qui sotto trovate la classifica degli sceneggiatori che hanno vinto almeno uno "scudetto" di Tex, in ordine di numero di successi annuali ottenuti:


SCENEGGIATORI - Vittorie annuali
Bonelli G.L.
35
Nizzi
22
Boselli
9
Faraci
2
Nolitta
1

Continuando al metafora calcistica, possono cucire sulla propria maglietta le stelle che indicano 10 anni di successi solo Bonelli padre e Nizzi. A Boselli manca un successo per raggiungere la stella. Curiosamente Nolitta che tante tavole ha dedicato al ranger è riuscito ad essere più prolifico del padre in una sola annata, mentre Nizzi pur vincendo "solo" in 22 occasioni, ha scritto quasi lo stesso numero di pagine texiane del mitico G.L. che di annate ne ha vinte 35.
Qui di seguito invece la lista dei disegnatori che almeno una volta sono risultati essere i più pubblicati:

DISEGNATORI - Vittorie annuali
Galep
24
Letteri
9
Fusco
7
Nicolò
5
Marcello
4
Ortiz
4
Diso
3
Font
3
Ticci
3
Civitelli
2
Repetto
2
Biglia
1
Cossu
1
Fernandez
1
Ginostatis
1
Seijas
1

Ben due stelle per Aurelio Galleppini, che praticamente non verrà mai raggiunto, considerando quanto è difficile oggi primeggiare nella graduatoria dei disegnatori. L'ultimo a vincere due annate consecutive è stato Marcello, ormai vent'anni or sono, mentre illustratori storici come Ticci, o veterani come Font o Diso, i più avanti in classifica, tra quelli ancora in attività, si sono imposti solo in tre annate.  


Lo storico autoritratto di Aurelio Galleppini, in arte "Galep"
Chiudiamo qui questa prima puntata dedicata agli albi d'oro bonelliani; la prossima volta tocca a Zagor!

Saverio Ceri

N.B. Trovate gli altri dati bonelliani nelle precedenti puntate della nostra rubrica Diamo i numeri.

P.S. Ringraziamo l'amico Zeca per la traduzione e l'adattamento in portoghese di questo post sul Tex Willer Blog.