lunedì 24 dicembre 2012

BONELLI 2012

DIAMO I NUMERI 21
  
di Saverio Ceri

Eccoci di nuovo all’appuntamento fisso, più o meno natalizio, di questa rubrica con il resoconto dell’intera annata bonelliana. Prima di cominciare a snocciolare cifre una premessa per i naviganti che per la prima volta si affacciano a questo sito: quelle che seguiranno sono classifiche di quantità, non di qualità; vengono stilate considerando le tavole inedite prodotte dalla Bonelli e pubblicate su albi della Bonelli nel corso dell’anno. Non troverete quindi tutti gli autori bonelliani, che giorno dopo giorno lavorano per l’editore, ma solo quelli che negli ultimi dodici mesi sono stati pubblicati; ci saranno quindi autori che magari non lavorano più, ma le cui storie non erano state finora date alle stampe; non ci saranno invece alcuni autori che attualmente producono materiale per la casa editrice, ma le cui storie non sono ancora state programmate nelle varie collane dell’editore di Tex & C. Non troverete le tavole prodotte dalla Bonelli, ma pubblicate da altri soggetti (tipo le storie brevi pubblicate quest’anno su La lettura del Corriere della Sera), ne' ci sarà traccia di tavole non inedite, sia che abbiano visto la luce per la prima volta su albi bonelliani che non; per capirci, non compaiono i dati delle prime storie di Mister Bo, o quelli delle storie brevi di Dylan Dog ristampate in appendice ai superbook.

Dylan Dog, il personaggio dell'anno, in una recente illustrazione di Carlo Ambrosini.
Il duemiladodici è stato un anno di transizione,  con l’esordio di due serie regolari (l’ultima serie non “a tempo” risaliva al 2001) e la chiusura di altrettante miniserie, seppur “allargate” fino a comprendere alcuni numeri speciali . In questo incrocio di vecchi e nuovi personaggi il bilancio delle tavole pubblicate stavolta è in positivo: 18.554 pagine inedite date alle stampe dalla Bonelli Editore, il 4,30% in più dell’anno precedente. Si tratta del nono miglior risultato di sempre nella ultra settantennale storia della casa editrice. Gli albi di materiale inedito pubblicati sono stati 145, otto in più in confronto al 2011. In controtendenza la media pagine albo: 127,96 le tavole inedite per ogni albo (-1,5% rispetto al 2011).

Gli sceneggiatori

“Solo” 41 gli sceneggiatori pubblicati nel corso dell’anno che sta finendo, otto in meno del 2011. Qui di seguito li elenchiamo per numero di tavole.


sceneggiatore
serie
pag
Tex, Dampyr, Dylan Dog
1542
Shanghai Devil
1128
Tex, Brad Barron
1106
Zagor
1068
Dylan Dog, Tex, Demian
948
Zagor, Nathan Never
906
Martin Mystère, Dylan Dog, Zagor
888
Rigamonti
Nathan Never, Agenzia Alfa
882
Julia
803
10°
Dylan Dog
742
11°
Brendon
724
12°
Nathan Never, Agenzia Alfa, Universo Alfa
674
13°
Saguaro
658
14°
Martin Mystère
614
15°
Barbato
Darwin, Dylan Dog, le Storie
577
16°
Dampyr
442
17°
Mantero
Julia
441
18°
Nathan Never, Romanzi a Fumetti
414
19°
Dylan Dog
376
20°
Calza
Julia
362
21°
Vigna
Asteroide Argo, Nathan Never
341
22°
Castelli
Martin Mystère
276
22°
Rauch
Zagor
276
24°
Ostini
Universo Alfa
264
25°
Eccher
Dampyr, Nathan Never
254
26°
Dylan Dog, Le Storie
251
27°
Enoch
Lilith
250
28°
De Nardo
Dylan Dog, Le Storie
204
29°
Di Gregorio
Dylan Dog
188
30°
Sammartino
Agenzia Alfa
182
31°
Morales
Martin Mystère
154
32°
Cavaletto
Dylan Dog
126
33°
Accatino
Dylan Dog
94
33°
Falco
Dampyr
94
33°
Marolla
Dampyr
94
33°
Stano
Dylan Dog
94
37°
Uzzeo
Dylan Dog
47
38°
Baraldi
Dylan Dog
32
38°
Belli
Dylan Dog
32
40°
Nolitta
Mister Bo
5
41°
Celoni
Mister Bo
1

Nono successo annuale per Mauro Boselli, anche se con numeri un po’ più normali rispetto all’exploit del 2011, Manfredi torna sul podio dopo 4 anni, e Faraci lo conquista per la prima volta, grazie al suo record annuale di tavole pubblicate in casa Bonelli.  Miglior risultato personale nell’arco dei dodici mesi anche per Perniola, Rigamonti e Gualdoni, i tre volti nuovi della Top Ten di quest’anno, che scalzano dai piani alti della classifica, dopo dieci anni di ininterrotta di presenza, Chiaverotti e Vietti, che comunque si piazzano subito a ridosso dei dieci più pubblicati, e Vigna, precipitato in ventunesima posizione.  I più costanti frequentatori della Top Ten rimangono quindi Boselli (19 anni consecutivi) e Manfredi (presente negli ultimi 17 anni): nessun altro è in doppia cifra.
Trentasei anni di ininterrotta pubblicazione per Alfredo Castelli, seguito da Mignacco al 26°anno di costante presenza sulle pagine bonelliane, a ruota Vigna (25 anni), Chiaverotti (24), Boselli (23) e Burattini (22). Si segnala, per la prima volta dopo 31 anni, l’assenza di Claudio Nizzi, ma anche quella di Piani che aveva una  “striscia positiva” di 17 anni.
Solo tre gli esordienti quest’anno; tutti su Dylan Dog: Stano, Uzzeo e Baraldi.
Fa piacere rivedere per l’ultima volta in lista, il nome di Guido Nolitta, sceneggiatore delle avventure in chiave umoristica del suo alter ego editore/viaggiatore Mister Bo…nelli.

Mauro Boselli fotografato in redazione da Moreno Burattini
I disegnatori

Quest’anno sono stati 138 i disegnatori che hanno realizzato le vignette dei 145 albi bonelliani (quasi uno per albo), ben diciannove in più rispetto al 2011, se in classifica vedete “solo” 130 posizioni è perché 8 sono occupate da autori che solitamente lavorano in coppia. Come numero di illustratori impegnati il 2012 è secondo solo all’annata 2003, che vide all’opera 150 disegnatori. Ecco qui di seguito la graduatoria:


disegnatore
serie
pag
Di Vitto Bros.
Zagor
562
Freghieri
Dylan Dog
502
Piccatto
Darwin
439
Di Clemente
Nathan Never, Universo Alfa
357
Seijas
Tex
330
Martino
Agenzia Alfa, Nathan  Never
326
Repetto
Tex
318
Boraley
Julia
307
Prisco
Zagor
296
10°
Arduini
Agenzia Alfa
287
11°
Chiarolla
Zagor
286
12°
Montanari & Grassani
Dylan Dog
282
12°
Torti
Martin Mystère
282
14°
Giardo
Nathan Never, Storie da Altrove
276
15°
Bacilieri
Romanzi a fumetti
271
16°
Cossu
Dylan Dog, Tex
254
17°
Font
Dylan Dog, Tex
252
17°
Marinetti
Julia
252
17°
Ortiz
Dylan Dog, Tex
252
20°
Enoch
Lilith
250
20°
Laurenti
Zagor
250
22°
Avogadro
Brad Barron
238
23°
Verni
Zagor
236
24°
Civitelli
Tex
224
25°
Cestaro Bros.
Tex
220
25°
Del Vecchio
Tex
220
27°
Brindisi
Dylan Dog, Martin Mystère, Le Storie
212
28°
Casertano
Le Storie, Dylan Dog
204
29°
Venturi W.
Demian
197
30°
Baggi
Dampyr, Dylan Dog
188
30°
Cascioli
Nathan Never
188
30°
Della Monica
Shanghai Devil
188
30°
Dotti
Dampyr
188
30°
Fattori
Brendon
188
30°
Majo
Dampyr
188
30°
Nespolino
Shanghai Devil
188
30°
Siniscalchi
Saguaro
188
38°
Busticchi-Paesani
Nathan Never, Universo Alfa
183
39°
Ferri
Zagor
168
40°
Morales-De Cubellis
Martin Mystère
167
41°
Esposito Bros.
Martin Mystère
166
42°
Cassaro Gae. & Gas.
Zagor
160
42°
Jannì
Nathan Never
160
42°
Raimondo
Dampyr
160
42°
Spadavecchia
Brendon
160
46°
Alessandrini
Martin Mystère
155
47°
Bagnoli-Gradin
Martin Mystère
154
47°
Pianta
Asteroide Argo
154
49°
Barbati
Nathan Never, Shanghai Devil
153,5
50°
Romeo
Nathan Never
151
51°
Leomacs
Tex, Dylan Dog
142
52°
Ramella
Shanghai Devil
141
53°
Mangiantini
Zagor
138
54°
Tuis
Martin Mystère
134
55°
Copello
Julia
126
55°
Michelazzo
Julia
126
55°
Piccioni
Julia
126
55°
Piccoli
Julia
126
55°
Pittaluga
Julia
126
55°
Spadoni
Julia
126
55°
Zaghi
Julia
126
55°
Zuccheri
Julia
126
63°
De Biase
Agenzia Alfa
112,5
64°
Accardi
Le Storie
110
64°
Danubio
Tex
110
66°
Celoni
Dampyr, Mister Bo
100
67°
Orlandi
Martin Mystère
98
68°
Caluri
Martin Mystère, Dylan Dog
95
68°
Rizzato
Agenzia Alfa
95
70°
Acciarino
Brendon
94
70°
Ambu
Dampyr
94
70°
Barletta
Saguaro
94
70°
Bartolini
Dampyr
94
70°
Benevento
Dampyr
94
70°
Biglia
Shanghai Devil
94
70°
Bigliardo
Dylan Dog
94
70°
Bocci
Dampyr
94
70°
Bonazzi
Nathan Never
94
70°
Calcaterra
Nathan Never
94
70°
Cropera
Dampyr
94
70°
Dell'Uomo
Dylan Dog
94
70°
Diso
Shanghai Devil
94
70°
Foderà
Saguaro
94
70°
Fortunato
Dampyr
94
70°
Gerasi
Dylan Dog
94
70°
Lozzi
Dampyr
94
70°
Mandanici
Nathan Never
94
70°
Mari
Dylan Dog
94
70°
Maroto
Brendon
94
70°
Mattone
Saguaro
94
70°
Nizzoli
Dylan Dog
94
70°
Pastrovicchio
Saguaro
94
70°
Perovic
Shanghai Devil
94
70°
Piccininno
Dampyr
94
70°
Raffaelli
Shanghai Devil
94
70°
Rinaldi R.
Dylan Dog
94
70°
Roi
Brendon
94
70°
Rossi M.
Nathan Never
94
70°
Rotundo
Shanghai Devil
94
70°
Santucci
Dampyr
94
70°
Saudelli
Dylan Dog
94
70°
Stano
Dylan Dog
94
70°
Valdambrini
Saguaro
94
70°
Vitti
Brendon
94
105°
Toffanetti
Nathan Never
93
106°
Atzori
Agenzia Alfa
92
107°
Platano
Universo alfa
85
108°
Masala
Nathan Never
77
109°
De Angelis
Nathan Never
69
110°
Palomba
Nathan Never
64
111°
Pueroni
Nathan Never
47
112°
Corbetta
Nathan Never
44,5
113°
Denna
Nathan Never
41
114°
Oskar
Universo alfa
39
115°
Vicari
Agenzia Alfa
35
116°
Breccia
Dylan Dog
32
116°
Fernandez
Dylan Dog
32
116°
Mottura
Dylan Dog
32
116°
Rossi L.
Dylan Dog
32
120°
Corda
Agenzia Alfa
27,5
121°
Castiglioni
Demian
25
122°
Ornigotti
Dylan Dog
24
122°
Stassi
Dylan Dog
24
124°
Enio
Julia
20
124°
Romanini
Martin Mystère
20
126°
Campi
Julia
19
127°
Casalanguida
Nathan Never
12,5
128°
Filippucci
Martin Mystère
12
129°
Vercelli
Nathan Never
3,5
130°
Palumbo
Martin Mystère
1

Tornano in vetta al gruppo i fratelli Stefano e Domenico Di Vitto, che dopo il 1995 e il 2006, si aggiudicano quest’anno il loro terzo “scudetto” bonelliano. Curiosamente in nessuna delle tre occasioni i neo-zagoriani, hanno stabilito il proprio record annuale, che risulta essere di 598 tavole nel 1992, quando giunsero secondi a sole tre tavole da Ferri.
Freghieri torna dopo due anni ad occupare la seconda piazza, Piccatto col suo miglior risultato annuale sale sul podio per la prima volta in carriera. Nella Top Ten, completamente nuova rispetto allo scorso anno, battono il proprio record annuale anche Seijas, Martino, Boraley, Prisco e Arduini.  I Di Vitto sono anche i veterani delle zone alte, visto che raggiungono i primi dieci posti per la 16a volta. Decima presenza tra i migliori per Freghieri, sesta per Di Clemente. Prima apparizione tra i dieci più pubblicati per  Seijas, Martino e Boraley. Freghieri detiene, con 28 anni il record di presenze consecutive in classifica, seguito da Montanari&Grassani pubblicati regolarmente senza interruzioni da 27 anni, Piccatto da 26 e Brindisi da 23, Torti e Siniscalchi da 20. Menzione speciale per Gallieno Ferri, che dal 1961 a oggi ha mancato la pubblicazione solo nel 2004 e nel 2010, il che significa che il 2012 è stato il suo 50° anno in edicola su albi Bonelli, un ulteriore record del grande illustratore ligure.
Hanno esordito in casa Bonelli nell’anno che volge al termine: Accardi, Gerasi, Pastrovicchio, Breccia, Mottura, Corda e Stassi.

I fratelli Di Vitto immortalati in una recente foto di Moreno Burattini

A volte ritornano

Normalmente un disegnatore bonelliano si vede pubblicata una sua storia ogni uno o due anni, in casi di storie  di molte tavole, e che quindi richiedono una gestazione più lunga, si può arrivare anche a tre o quattro anni. Rarissimamente si registrano assenze più prolungate di un disegnatore sugli albi bonelliani. Curiosamente quest’anno, invece, si sono susseguiti ritorni che vanno ben oltre ai soliti tempi tecnici. Disegnatori da lungo “fuori rosa”, come se avessero preso altre vie professionali, che a sorpresa ritornano a collaborare con l’editore milanese. Da sei anni si erano perse le tracce di Roberto Rinaldi su Dylan Dog; Luigi Copello riappare su Julia: lo avevamo lasciato 8 anni or sono sulle pagine di Magico Vento; anche Giacomo Pueroni, mancava dal 2004; Guido Masala invece mancava dal mondo neveriano dal 2003; Paolo Raffaelli era apparso solo nel 1998 come matitista di uno dei primi albi di Magico Vento e lo ritroviamo oggi, a quattordici anni di distanza, illustratore di Shanghai Devil. Il record spetta però a Luca Dell’Uomo, che riappare addirittura dopo 19 anni di assenza: lo avevamo lasciato su Mister No lo ritroviamo sulla “vecchia fiamma” Dylan Dog. Anche Giuseppe Palumbo mancava da tempo, dal 2000 per la precisione,  dalle pagine di Martin Mystère, ma il suo ritorno, di una sola tavola, è stato dettato solamente dai festeggiamenti del trentennale del personaggio. Un caso eclatante si registra anche tra gli sceneggiatori: l’esordiente sulle pagine del Dylan Dog  Color Fest, Marco Belli, in realtà non è un volto nuovo: aveva già fatto capolino sul palcoscenico bonelliano nel 1995 con una breve storia di 4 tavole sul Ken Parker Magazine.

I copertinisti

Claudio Villa, ancora una volta il copertinista più pubblicato
Ventisei  sono gli illustratori che si sono resi necessari nel 2012, due in più dello scorso anno. Si tratta del record di copertinisti impegnati in un solo anno. Tale risultato è frutto anche dello “scissione” dei copertinisti su Nathan Never (Giardo sulla regular, De Angelis per gli speciali) e su Julia (Spadoni per la serie mensile, Soldi per l’almanacco). Si divide anche al coppia di testa: dopo cinque anni di vittorie ex-aequo, stavolta Claudio Villa vince in solitaria, visto il parziale forfait di De Angelis.  Per Villa si tratta dell’ottava vittoria consecutiva, la quindicesima della sua carriera di copertinista. Qui di seguito la graduatoria completa per numero di cover realizzate:



copertinista
Serie
cover
Villa
Tex
19
Stano
Dylan Dog
17
Ferri
Zagor
16
Riboldi
Dampyr
14
Mastantuono
Shaghai Devil
12
Spadoni
Julia
12
Giardo
Nathan Never
10
Alessandrini
Martin Mystère, Storie da Altrove
9
Bertolini
Nathan Never Granderistampa, Universo Alfa
9
10°
De Angelis
Nathan Never, Agenzia Alfa
8
11°
Furnò
Saguaro
7
12°
Roi
Dylan Dog Granderistampa
6
12°
Rotundo
Brendon
6
14°
Di Gennaro
Le Storie
3
15°
Enoch
Lilith
2
16°
Alberti
Dylan Dog
1
16°
Bacilieri
Romanzi
1
16°
Celoni
Brad Barron
1
16°
Civitelli
Tex
1
16°
Di Clemente
Nathan Never
1
16°
Filippucci
Martin Mystère presenta
1
16°
Gomez
Dylan Dog
1
16°
Piccatto
Romanzi
1
16°
Poli
Demian
1
16°
Soldi
Julia
1
16°
Spadavecchia
Brendon
1

Le serie

Arriviamo alla graduatoria annuale dei personaggi. Dylan Dog eguaglia il record assoluto di tavole pubblicate di un singolo personaggio nell’arco di dodici mesi, già ottenuto nel 2011. Per L’Indagatore dell’Incubo è il settimo “scudetto”, il sesto consecutivo. Tex e  Zagor, pur mantenendo i gradini più bassi del podio, perdono colpi rispetto ai precedenti  dodici mesi, vista la mancanza di un secondo texone per il ranger  e dell’Almanacco dell’Avventura per lo Spirito con la Scure. Riappare in classifica Mister No seppur con zero tavole, in quanto titolare dell’Almanacco settembrino dedicato a Sergio Bonelli. Un altro record viene stabilito dalla redazione di Nathan Never, capace di sfornare in un solo anno 3160 tavole tra serie regolare, gli speciali  e i vari spin-off.



Serie
pag
albi
Dylan Dog
2438
19
Tex
2132
16
Zagor
2096
16
Nathan Never
1880
16
Julia
1606
13
Dampyr
1570
14
Martin Mystère
1150
8
Shanghai Devil
1128
12
Agenzia Alfa
880
3
10°
Brendon
724
7
11°
Saguaro
658
7
12°
Romanzi a Fumetti Bonelli
550
2
13°
Universo Alfa
340
2
14°
Le Storie
330
3
15°
Lilith
250
2
16°
Brad Barron
238
1
17°
Demian
222
1
18°
Asteroide Argo
154
1
18°
Storie da Altrove
154
1
20°
MM Presenta
48
0
21°
Mister Bo
6
0
22°
Mister No
0
1


Numeri storici

Con le tavole pubblicate nel 2012 i Di Vitto scavalcano Polese al nono posto della classifica di tutti i tempi, mentre Freghieri scavalca Fusco e si piazza all’11° posto a 7452 tavole in casa Bonelli, a sole 400 tavole dalla Top Ten assoluta.  Tra gli sceneggiatori l’unica variazione di rilievo tra i primi venti è il sorpasso di Ruju ai danni di Sclavi al tredicesimo posto. Tra le serie Dylan Dog conquista il terzo posto e fa scendere dal “podio di tutti i tempi” Martin Mystère; sorpasso inevitabile vista la velocità di crociera doppia del primo rispetto al secondo,  ora l’inquilino di Craven Road punta al secondo posto di Zagor, ma i fan dello Spirito con la Scure possono dormire, almeno per un po’ sonni tranquilli: ai ritmi degli ultimi anni il sorpasso avverrà soltanto nel 2088! Julia invece si è appropriata dell’ottavo posto assoluto strappandolo a Nick Raider, divenendo quindi il giallo più pubblicato dalla casa editrice. La settima posizione, attualmente occupata dal Piccolo Ranger è già nel mirino della criminologa: mantenendo questo passo il sorpasso arriverà a inizio 2015.
La classifica parziale degli anni ’10 per ora (2010-2012), vede in testa tra gli sceneggiatori Boselli con 5255 tavole, seguono Ruju 3996, Vietti 3360, Burattini 2808, si accoda al gruppo Manfredi con 2680. Tra i disegnatori balzo in avanti di quattro posizioni per Freghieri 1104 tavole che scavalca Roi 1072, Diso 930 e Mangiantini 928, mentre dalle retrovie arriva Piccatto con 909.

Numeri di serie

Quest'albo contiene un record: scoprite quale in fondo all'articolo

Su  Dylan Dog prima vittoria tra gli sceneggiatori per Gualdoni, a quota 742 tavole, miglior risultato per un singolo sceneggiatore dell’Indagatore dell’Incubo degli ultimi 10 anni. Tra i disegnatori spicca invece il veterano Freghieri al nono successo annuale personale sulla serie, meglio di lui solamente Montanari & Grassani con 10 “scudetti” dylandogghiani. Piccolo record interno alla collana: ben 26 i disegnatori pubblicati in un solo anno.

Su Dampyr, Boselli è il più prolifico sceneggiatore per il tredicesimo anno consecutivo; con le 846 tavole di quest’anno supera  quota 10.000 pagine dedicate al suo personaggio. Tra i disegnatori ex-aequo tra Dotti e Majo entrambi con 188 tavole pubblicate del 2012.

Su Zagor ventesima affermazione (quindicesima consecutiva) per Burattini. Tra gli illustratori, primo “scudetto” zagoriano invece per i Di Vitto.  

Su Julia inevitabile quindicesima vittoria di Berardi visto che firma tutti i soggetti e, a quattro mani, tutte le sceneggiature. Boraley, invece col suo primo successo annuale tra i disegnatori  stabilisce con 307 tavole anche il record  per Julia di pagine pubblicate in un solo anno di un singolo illustratore.

Novità su Tex dove per la prima volta l’autore più pubblicato dell’anno è Faraci, grazie alle 868 tavole che costituiscono il suo record personale annuale sulle pagine del ranger; personal best con Aquila della Notte  anche per Ruju a 600 tavole.  Con  le sue 330 tavole Seijas si impone, anch’esso per la prima volta, tra i disegnatori. Curiosità: per la terza volta, dopo il 2000 e il 2010, quest’anno la “legione straniera” dei disegnatori texiani è stata più prolifica degli illustratori “indigeni”. 1088 tavole pubblicate per la squadra del resto del mondo (nel 2012 rappresentata da Font, Ortiz, Repetto e Seijas), contro le 1044 dei disegnatori italiani.

Nel mondo di Nathan Never , Rigamonti  con le sue 882 tavole  è per la prima volta il più prolifico scrittore annuale. Di Clemente vince invece il suo terzo “scudetto” neveriano tra i disegnatori con 357 tavole, risultato relativamente basso per la collana (tre volte nell’ultimo lustro, il vincitore ha superato quota 500!), che si spiega col numero record dei disegnatori impegnati quest’anno sugli albi di Nathan e dintorni: ben 31 firme diverse nel 2012 in calce alle tavole pubblicate.

Per Martin Mystère, torna dopo tre anni sul gradino più alto del podio, Racagno che con le sue 614 tavole vince la classifica annuale per al quinta volta in carriera. Tra i disegnatori, settima affermazione personale invece per Torti con 282 tavole. Il suo nome era apparso nell’albo d’oro per l’ultima volta nel 2007.

Capitolo “fuoriserie”: sono 35 gli speciali bonelliani del 2012, uno in meno del numero record registrato lo scorso anno, per un totale di 6810 tavole. Il personaggio più “speciale” è anche quest’anno Dylan Dog con 7 albi e 1310 pagine fuoriserie all’attivo. De Angelis è per la settima volta (la sesta consecutiva) il copertinista più impegnato sugli extra bonelliani: 6 cover per lui. Tra gli scrittori risulta il più pubblicato, Rigamonti con 694 tavole, mentre tra i disegnatori si impone con 357 pagine, Di Clemente. L’anno appena concluso, pur non risultando un anno record in fatto di speciali, ha racchiuso in se però un “piccolo” traguardo che sta nella pagina 72 del “Dylandoggone” recentemente uscito: guardatela bene. A parte contenere la vignetta che ha ispirato la cover del volume, sembra una pagina qualsiasi, ma non lo è. Cos’ha di particolare? Niente, ma casualmente tocca proprio a quella tavola, scritta da Cavaletto e disegnata da Baggi, essere la centomillesima pagina “speciale” della Sergio Bonelli Editore.

E con questo abbiamo concluso anche per il 2012.
Appuntamento alle prossime puntate con le cifre della case editrice di Via Buonnarroti.

Saverio Ceri    

N.B. Trovate altri dati bonelliani nelle precedenti puntate della nostra rubrica Diamo i numeri.

P.S. Trovate la versione portoghese di questo post su Tex Willer Blog! Inoltre parlano di Dime Web e anche di questo post su Comics Blog!

6 commenti:

  1. Versione portoghese di questo importante testo di Saverio Ceri nel blog portoghese di Tex in http://texwillerblog.com/wordpress/?p=42311

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doppio grazie a Zeca: per aver tradotto in portoghese l'articolo e per la visibilità internazionale che da a questa rubrica (lo scorso anno il resoconto Bonelli, grazie alla versione portoghese sul suo Tex Willer Blog, ha destato scalpore anche negli states).

      Saverio Ceri

      Elimina
  2. Mi piacerebbe molto leggere i dati annuali precedenti all'anno 2010, io son da sempre appassionato da queste statistiche, mi ricordo che qualche anno fa pure io annotavo classifiche bonelliane, e da qualche parte nel caos di casa ia dovrei avere ancora il libro in cui annotavo tutto, dove trovo questi dati? qui finora ho letto le annate 2010, 2011 e 2012

    RispondiElimina
  3. opsss mi son dimenticato di mettere il mio nome nel post di prima, Roberto Meneghello anni 43, Verona, bonelliano e fumettaro da sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dati delle annate precedenti, che io sappia, si trovano solo... nel mio PC.
      Raccolgo da anni i dati legati agli albi Bonelli, e non solo, ma ancora non sono riuscito ad avere un quadro completo. Ho censito 570.000 tavole circa dal 1948 a oggi e mancheranno all'appello poche migliaia di tavole: tutte quelle del periodo pre-Tex più qualche "falla" nei decenni successivi, il buco più recente è legato alla sfortunata serie Full del 1983, di cui non posseggo tutti i numeri. Dalla fine degli anni sessanta a oggi, '83 escluso, tutte le annate bonelliane sono censite al 100%. Continua a seguirci, Roberto, non è detto che prima o poi non trovi un buon pretesto per pubblicare anche dati relativi alle annate passate.

      Saverio Ceri

      P.S. Se possiedi la serie di Dime Press puoi trovare i dati relativi alle annate dal 1992 al 1998 sui numeri 4, 6, 9, 12, 15, 18, 21.

      Elimina
  4. (Roberto Meneghello)
    Grazie mille Saverio, gentilissimo, certo che trovare dati antecedenti al 1948 non deve essere per niente facile, anzi un lavoraccio immane, ma con la passione si fa tutto. Intanto son le sei di mattina e io appena sveglio ho subito acceso il pc per continuare a leggere questa montagna di numeri, numeri che per me (appassionato da sempre) son interessantissimi.

    p.s.Su full purtroppo non possiedo nessun numero
    p.s. 2 ahime sopratutto non possiedo nessun numero della serie Dime Press

    RispondiElimina

I testi e i fumetti di nostra produzione apparsi su Dime Web possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare SEMPRE la fonte e gli autori!

Le immagini dei post sono inserite ai soli fini di documentazione, archivio, studio e identificazione e sono Copyright © degli aventi diritto.

Fino al 4 gennaio 2017 tutti i commenti, anche i più critici e anche quelli anonimi, venivano pubblicati AUTOMATICAMENTE: quelli non consoni venivano rimossi solo a posteriori. Speravamo e contavamo, infatti, nella civiltà dei cultori di fumetti, libri, cinema, cartooning, etc.

Poi è arrivato un tale che, facendosi scudo dell'anonimato, ha inviato svariati sfoghi pieni di gravi offese ai due redattori di Dime Web, alla loro integrità morale e alle loro madri...

Abbiamo dunque deciso di moderare in anticipo i vostri commenti e pertanto verranno cestinati:

1) quelli offensivi verso chiunque
2) quelli anonimi

Gli altri verranno pubblicati TUTTI.

Le critiche, anzi, sono ben accette e a ogni segnalazione di errori verrà dato il giusto risalto, procedendo a correzioni e rettifiche.

Grazie!

Saverio Ceri & Francesco Manetti