sabato 22 luglio 2017

SECRET ORIGINS: TEX CLASSIC 10

di Saverio Ceri

Decimo appuntamento con le "origini segrete" delle copertine del Tex Classic.
Con gli episodi contenuti in questa uscita si completa la ristampa delle strisce della prima serie delle avventure di Aquila della Notte. Ragionando in "albi d'oro" invece, in quest'albo troviamo raccolti a colori i numeri 19 e 20 della prima serie, e come sempre accade, la cover del Tex Classic trae origine dalla copertina di uno dei due, anche se, in questo caso, filtrata dal passaggio su Tex Gigante 2a serie (ovvero la collana sulla quale mensilmente troviamo le avventure inedite di Tex).
Ma andiamo con ordine: la cover in questione è apparsa per la prima volta nel marzo del 1953, sul ventesimo albo d'oro e la potete vedere qui sotto:   


Nel 1959, in occasione dell'uscita del quinto numero del Tex attuale, che in realtà contiene le prime strisce della seconda serie e non quelle ristampate in questo classic, fu scelta proprio questa immagine per rappresentare l'albo, ma ripulita dalla sinistra, e abbastanza inspiegabile, presenza nella parte in basso e con colori quasi completamente cambiati.


L'immagine così rimaneggiata è comparsa poi in occasione delle successive ristampe dal Tex Tre Stelle al Tex Nuova Ristampa, con piccole varianti che vi lasciamo il divertimento di scoprire nelle immagini qui sotto:



La versione che è approdata in edicola in questo 2017, alla fine con l'originale ha poco a che vedere e somiglia soprattutto all'ultima incarnazione, ovvero quella della Nuova Ristampa. 



Curiosamente la coppia di cover papabili per questo numero di Tex Classic, ha avuto una vita editoriale "felice". Come per la precedente copertina anche quella del numero 19 degli albi d'oro, infatti, era stata scelta dalla redazione sul finire degli Anni Cinquanta per rivestire il quarto numero della serie attuale di Tex. Qui sotto vedete l'immagine originale del 1953.


E qui la versione rimontata per l'edizione del 1959 con la prevedibile scomparsa del personaggio femminile e l'aggiunta dello sparo dalla pistola dell'avversario: Tex non può sparare su un nemico che non fa fuoco contro di lui, evidentemente. Sotto scoprite le varianti delle successive edizioni. Curioso come nella più recente si sia aggiunto un pezzo di infisso. Forse non era chiaro a tutti che quella era una finestra e non un bizzarro quadro appeso al muro?




Saverio Ceri

Trovate tutte le altre origini delle copertine di Tex Classic alla pagina Cronologie & Index

Nessun commento:

Posta un commento

I testi e i fumetti di nostra produzione apparsi su Dime Web possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare SEMPRE la fonte e gli autori!

Le immagini dei post sono inserite ai soli fini di documentazione, archivio, studio e identificazione e sono Copyright © degli aventi diritto.

Fino al 4 gennaio 2017 tutti i commenti, anche i più critici e anche quelli anonimi, venivano pubblicati AUTOMATICAMENTE: quelli non consoni venivano rimossi solo a posteriori. Speravamo e contavamo, infatti, nella civiltà dei cultori di fumetti, libri, cinema, cartooning, etc.

Poi è arrivato un tale che, facendosi scudo dell'anonimato, ha inviato svariati sfoghi pieni di gravi offese ai due redattori di Dime Web, alla loro integrità morale e alle loro madri...

Abbiamo dunque deciso di moderare in anticipo i vostri commenti e pertanto verranno cestinati:

1) quelli offensivi verso chiunque
2) quelli anonimi

Gli altri verranno pubblicati TUTTI.

Le critiche, anzi, sono ben accette e a ogni segnalazione di errori verrà dato il giusto risalto, procedendo a correzioni e rettifiche.

Grazie!

Saverio Ceri & Francesco Manetti